WIMBLEDON WIMCROST J-43

Malta tecnica + Lattice da impasto

Wimcrost malta tecnica è un massetto sportivo acril-cementizio che si applica facilmente a spatola. Ricostruisce superfici in cemento, asfalto e mateco fino ad uno spessore di 5 mm Il prodotto può essere applicato su superfici degradate con la predisposizione di incapsulare con rete in fibra per rafforzare il supporto ed evitare le classiche cavillature.

La miscela del prodotto nella preparazione è composta da una malta tecnica in polvere in accoppiamento con un lattice poliuretanico che ne rafforza la presa in miscela con acqua potabile (kg.25 di malta tecnica + litri 1 di lattice + 7 litri di acqua potabile) la pasta ottenuta si applica con una classica spatola da 80 centimetri a tirare (consigliati 3 strati con uno stacco di 24 ore a strato. Il prodotto è un rivestimento cementizio superficiale per rendere praticabile vecchi campi strutturati in cemento. 

Nel caso in cui si vuole applicare su massetti in assenza di struttura metallica (rete ad affogamento in acciaio filo 8 maglia cm.15×15) o di fattura molto precaria una volta applicata la rasatura della malta tecnica Wimcrost potranno verificarsi delle piccole micro cavillature. 

Le stesse non pregiudicano il gioco in quanto sono delle micro cavillature strutturali.

ATTIVITÀ:

Ottimizza i supporti creando una superficie compatta tipologia campi veloci Fit. Il prodotto è consigliato per supporti in asfalto e cemento degradati e cemento e vecchio mateco

APPLICAZIONE:

il prodotto si applica a spatola una volta preparato

Diluizione: kg.25 di malta tecnica + 1 kg. di lattice poliuretanico + acqua potabile 30% (7-8 litri di acqua potabile nella confezione da Kg.25 ) agitare con frusta elettrica

NORME DI RIFERIMENTO: il prodotto corrisponde alle caratteristiche della Normativa Coni Tabella A, Codice 78: resine acriliche / elastomeriche con tipologia di attività sportiva e loro destinazione di attività ad uso: indoor/outdoor. Conforme alle NORME CONI PER L’IMPIANTISTICA SPORTIVA(approvate dalla G.E. del CONI con deliberazione n. 851 del 15 luglio 1999)

Area Download