RESTAURO MASSETTI

pasta acrilica per ripristino superfici degradate

Restauro massetti: il panorama italiano del tennis, basket e altre discipline sportive ha preso in eredità tutte le strutture realizzate negli anni ’70-’80 in vecchio mateco (sarebbe una vecchia pavimentazione in cemento con un misto di sassolini).

A queste superfici oggi viene richiesta una manutenzione e restauro. In molti casi è molto difficile intervenire perché ormai le strutture abbandonate sono diventati dei campi di carciofo, sconnessi, spaccati, folta vegetazione con avvallamenti e senza pendenza, senza scarichi di raccolta acque lungo i perimetri, ecc. ecc..

Sono poche ve superfici e campi ben tenuti, in malti casi è difficile intervenire. Quando si presentano questi supporti la migliore cosa è realizzare un nuovo massetto n cemento sovrapposto a quello vecchio.

In casi fattibili, noi proponiamo un restauro che parte dal recupero della struttura. Con risanamento, restauro delle spaccature e cedimenti, rasatura con mono spazzola e poi applicazioni di tre strati di malta tecnica.  

 

Ecco lo sviluppo del manto:

ATTIVITÀ:

Malta tecnica e miscela Wimcrost è la soluzione di restauro di vecchi manti sportivi o di superfici degradate. Il classico campo da tennis realizzato negli anni 70, oggi si recupera con Malta tecnica e Wimcrost un micro tappetino poliuretanico in pasta fluida che si applica a rasare sulla vecchia superficie rinnovando il campo in versione liscia e veloce.

La nostra soluzione è rendere riutilizzabile qualsiasi struttura sportiva riportando il manto in “superficie veloce”. Riusciamo a recuperare in molti casi, non solo strutture in vecchio cemento, ma anche superfici in asfalto degradato.

Possono diventare con il nostro sistema una realtà moderna ed al passo con i tempi. Il massetto risanato con Malta tecnica e miscela Wimcrost viene ultimato con i nostri manti a base di “resina a  caucciù” Wimbledon Paint. Poi la soluzione finale con i sistemi, Wimbledon Paint Pro e Wimbledon Paint Veloce 300, Rasosport, Ecosport ed Ecosport Pro o con il sistema Wimbledon Paint Champion. 

Questo sistema ottimizza la superficie recuperando il vecchio campo. Bisogna verificare se la vecchia superficie è stata realizzata con la maglia metallica con rete in acciaio filo 8 maglia 15×15 e se ha uno spessore uniforme su tutto il campo senza grandi avvallamenti. Questo comporta eventuali problematiche di micro cavillature future che non compromettono il gioco ma sono poi con il tempo visibili sul campo microlesioni e piccole cavillature dovute all’instabilità della superficie. (Leggi la scheda tecnica).

 

APPLICAZIONE:

il prodotto si applica a spatola

Diluizione: kg.25 di malta tecnica + 1 kg di lattice + 7-8 litri di acqua potabile (agitare con frusta elettrica)

NORME DI RIFERIMENTO: il prodotto corrisponde alle caratteristiche della Normativa Coni Tabella A, Codice 78: resine acriliche / elastomeriche con tipologia di attività sportiva e loro destinazione di attività ad uso: indoor/outdoor. Conforme alle NORME CONI PER L’IMPIANTISTICA SPORTIVA(approvate dalla G.E. del CONI con deliberazione n. 851 del 15 luglio 1999)

Area Download