Parkour - RESINE PER CAMPI DA TENNIS, BASKET, PALLAVOLO E CALCIO A 5 RESTAURO CAMPI DA TENNIS

Parkour

WIMBLEDON PAINT PARKOUR

Corrono e fluttuano come gazzelle, balzano e si inerpicano agili e veloci, senza arrestarsi. Perché nessun ostacolo fisico o mentale, piccolo oppure grande, nello sport outdoor e nella vita di tutti i giorni, può fermarli. È l’identikit dei tracciatori (traceurs) o tracciatrici (traceuses), capaci di interpretare l’arte dello spostamento, il parkour, come attività sportiva e filosofia esistenziale.

Il parkour deve i suoi natali al francese David Belle, che nel 1998 ne ha coniato il termine (dall’espressione “parcours du combattant”, il “percorso del combattente”), affascinato dal metodo di allenamento utilizzato dell’ufficiale della marina transalpina Georges Hébert. Partita come attività povera all’interno dei ghetti metropolitani parigini, nel corso degli anni la pratica del parkour è cresciuta in modo esponenziale, diventando una vera e propria pratica sportiva (l’Inghilterra è stato il primo paese a riconoscerla tale) che può essere praticata a ogni età, in qualsiasi momento della giornata ed è utile anche in situazioni di emergenza, ovviamente dopo aver rafforzato la propria tecnica con l’allenamento.

Approdato in Italia nel 2005 soprattutto grazie ai video pubblicati in rete, il parkour, riconosciuto dal Coni disciplina ufficiale e incluso nell’elenco delle discipline sportive, mentre la Federazione Ginnastica d’Italia l’ha inserito come attività di fitness tecnico nel progetto salute e fitness (parkour gym), si caratterizza come disciplina metropolitana (è uno sport urbano che si pratica tanto nelle grandi quanto nelle piccole città), ma, pur rientrando nella categoria degli sport urbani da praticare all’aria aperta, la teoria e pratica si possono apprendere anche indoor.

Wimbledon paint ha studiato una resina antiscivolo per la decorazione di spazi dedicati a questo sport metropolitano. Muri, passerelle, piazze e percorsi possono essere decorati con WIMBLEDON PAINT PARKOUR.

CICLO : applicazione di uno strato di fondo COLORATO GRIGIO 7047 Primer J-38-EC + due strati di WP PARKOUR J-73-P con antiskide

 

 

FONTE : https://www.technogym.com/it/newsroom/parkour-definizione-consigli/

 

ESEMPIO DI UNA PISTA PARKOUR REALIZZATA A CAGLIARI (SU PAVIMENTAZIONE IN ASFALTO)